martedì 13 maggio 2014

Terzo tempo

Non mi potevo arrendere. Non potevo lasciare incompiuto qualcosa già iniziato. E così mi sto avviando verso il terzo tempo, verso l'ultimo appuntamento dell'anno. O forse verso il primo del prossimo. 
Il calendario ha favorito un periodo di riposo. Adesso sono proiettato verso il gran finale con i ragazzi, con i quali termineremo la stagione a fine mese, ma la mente è anche proiettata verso l'inverno. Nei giorni scorsi, quelli a ridosso della festa del primo maggio, sono stato qualche giorno a casa. Il cosiddetto "ponte". 
Qualche ora trascorsa in casa, alcune commissioni e una festa locale hanno fatto sì che mi rigenerassi.
E così ho scritto un copione con alcuni testi musicali annessi. 
Questa volta, al contrario delle rappresentazioni di massa cui sono abituato, sarà una cosa intima, scritta per tre persone soltanto. 
Tutto qua. E mi sembra che sia troppo lineare, troppo semplice. 
Eppure da qualche parte deve esserci il trucco! 
Ma dove?

Nessun commento: