martedì 27 marzo 2018

Si avvicina la Pasqua

Risurrezione.
Una parola che ha cambiato il corso della storia, dai molteplici significati se applicata alla vita, quella di tutti i giorni.
Potremmo trovare le metafore più disparate, ma la parola dà adito anche a molti dubbi e domande.
Personalmente, mi piacerebbe sapere, ad esempio, se coloro che si dichiarano credenti credono veramente nella risurrezione, o se questa non è altro che una parola da tirare fuori di tanto in tanto per dare un senso a una rinascita, interiore o comunque personale, che riguarda qualche risvolto della propria o della altrui vita.
Leggendo qua e là, sembra che tanti giovani, pur dichiarandosi credenti, non credono nella risurrezione.
Mi piacerebbe sapere se i credenti credono nei miracoli. Anche la parola miracolo desta dubbi e perplessità, ma spesso è usata ed abusata, soprattuto in casi in cui di miracoloso c'è ben poco.
Forse è soltanto un modo per farci capire che qualcuno ci è vicino. 
Leggendo qua e là, sembra che tante persone, pur dichiarandosi credenti, non credono nei miracoli.


Eppure, quando arriva Pasqua...



Nessun commento: