domenica 31 dicembre 2017

Due paroline nell'ultimo giorno dell'anno



Siamo proprio alla fine, oggi è l’ultimo giorno dell’anno, ed in attesa che gli oroscopi dicano come sarà per ognuno di noi quello nuovo, vediamo cosa ha lasciato quello uscente. Un bilancino, dai, giusto per non per perdere dimestichezza con una certa deformazione professionale.
Per me il 2017 è stato un anno dai mille volti, che ha racchiuso in sé diversi tipi di emozioni, che ha dato ansie, ma anche adrenalina, entusiasmo e voglia di fare per cambiamenti notevoli, per terminare, infine, con delusioni per qualcosa che non c’è più, e a cui tenevo molto, e il successivo tentativo di risvegliare qualcosa che dormiva da tempo, forse più per colmare un vuoto che per vera convinzione.
Tutte queste emozioni alle fine si sono mischiate insieme, livellandosi e forse annullandosi vicendevolmente. Quella forte iniziale ha perso la sua spinta nel momento in cui una altrettanto forte, dalle sensazioni opposte alla precedente, è arrivata nella parte finale dell’anno.
Ma per quanto l'ultima parte dell'anno sia trascorsa in sordina, niente potrà farmi dimenticare quanto di bello è accaduto, lasciando scolpito nel mio cuore quei momenti, quelle emozioni e quei volti.
Ecco, vorrei ripartire da lì per l’anno nuovo.





Che il 2018 abbia inizio!



Buon anno!


Nessun commento: